sottoscrivi: Articoli | Commenti

Università? Una Risorsa!

0 commenti

Nella nostra amata Regione abbiamo una grande risorsa di sapere e di formazione tecnica e culturale, l’università della Calabria, un Campus completo e attrezzato in continua evoluzione. Nell’anno appena terminato sono stati tanti i riconoscimenti nazionali ed internazionali che può vantare la nostra università…

…L’annuale classifica redatta dal censis in collaborazione con La Repubblica ha premiato l’Unical collocandola al quarto posto tra le sedi universitarie di grandi dimensioni, quelle con una popolazione universitaria compresa tra i 20000 ed i 40000 iscritti.  Sempre nel 2010 l’Università della Calabria si è classificata tra le prime 100 università al mondo per la computer science (informatica e ingegneria informatica) nella classifica ARWU (Academic Ranking of World Universities) compilata dall’Università Jiao Tong di Shanghai. In tale classifica gli unici atenei italiani presenti sono stati il Politecnico di Torino e, appunto, l’Università della Calabria. La graduatoria si basa su parametri di valutazione che considerano numerosi indicatori che spaziano dalla qualità delle pubblicazioni al numero di citazioni ottenute dalle stesse.

A dare il polso del cuore tecnologico che batte qui in Calabria sono le 18 imprese – su 30 – che hanno superato la selezione per entrare in Technest, l’incubatore hi-tech inaugurato al campus di Rende. Dalle turbine per produrre elettricità sfruttando le correnti marine al software, rigorosamente open source, capace di integrare archivi digitali, fino al film elettrocromico adesivo in grado di controllare l’intensità della luce che attraversa una vetrata e regolare di conseguenza la temperatura degli ambienti, fedeli alla trasversalità dell’ateneo i prodotti sviluppati dalle Pmi calabresi non hanno nulla da invidiare alle idee che si vedono girare per le start-up competition nazionali e non solo. La nostra Università può da poco vantare un altro primato, è entrata nella classifica dei migliori istituti di ricerca italiani stilata dalla VIA-Academy.

La valutazione degli istituti di ricerca e` stata effettuata calcolando il numero di ricercatori “TOP” di ogni istituto, di quei ricercatori, cioe`, che hanno un valore dell’indice H (indice di Hirsch) superiore a 30 e rientrano quindi nel gruppo dei migliori scienziati italiani, secondo la VIA-Academy. Un indice H superiore a 30 attesta che lo scienziato ha pubblicato almeno 30 articoli scientifici ognuno dei quali e’ stato citato in almeno 30 altre pubblicazioni. Il risultato  assume rilevanza maggiore se si considera il fatto che e` stato raggiunto in assenza di una facolta` di Medicina. Nonostante ciò purtroppo sono ancora tanti i giovani calabresi laureati che sono costretti ad emigrare per trovare lavoro creando ricchezza altrove. L’emigrazione di cervelli fa male alla Calabria.

di: Attilio Miceli

Lascia una Risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *