sottoscrivi: Articoli | Commenti

Da Gerace: la Calabria è delle Donne

0 commenti

La conferenza stampa di presentazione è avvenuta giorno 13 giugno a Roma, nella sala “Peppino Impastato”  di Palazzo Valentini, sede della provincia di capitolina. Proprio dalla città eterna perché a promuovere la manifestazione “La Calabria è delle donne – Istruzione, Lavoro, Rappresentanza” è innanzitutto il comitato promotore nazionale di Se Non Ora Quando (Snoq),  che ha avuto la fondamentale collaborazione del comune di Gerace e del comitato Snoq della Locride…

Il 23 giugno, nella centralissima Piazza del Tocco di Gerace, a partire dalle ore 17, delegazioni provenienti da tutta l’Italia si riuniranno nel comune della costa ionica calabrese per questo importante incontro, attraverso cui si cercherà di fare il punto sulla complicata situazione della condizione femminile nella regione ma, soprattutto, si discuterà sul come fare in modo di cambiare ciò.

Secondo le donne di Snoq, infatti, le possibilità di rivalsa sociale ci sono tutte e, per meglio accreditare tale affermazione, hanno snocciolato le cifre; a partire dal fatto che in Calabria, secondo le ultime rilevazioni, lavora meno di una donna su quattro, mentre le laureate superano la quota del 23%  (cifra che quasi raddoppia la percentuale degli uomini) e le imprese femminili sono circa il 26% di tutte quelle operanti sul territorio, una percentuale superiore a quella nazionale di ben cinque punti. Quale posto migliore della Calabria, allora, per portare la voglia di cambiamento e l’entusiasmo delle donne di “Se non ora quando?”, quelle stesse donne che il 13 febbraio 2011 portarono in piazza oltre un milione di persone sul tema della dignità femminile?

A presiedere la conferenza stampa, che si è tenuta a Roma anche perché la vicepresidente della Provincia, Cecilia D’Elia, fa parte del Comitato nazionale di Snoq, vi erano Anna Carabetta, Cristina Comencini e Francesca Izzo per Snoq e Giuseppe Varacalli, in qualità di sindaco di Gerace, il paese che ospiterà l’evento.

A Gerace parleremo di legalità – ha innanzitutto promesso Anna Carabetta – siamo consapevoli della responsabilità che abbiamo quando ci facciamo sovrastare dalla cultura dell’omertà e della paura“. Un territorio, la Locride, che “negli ultimi mesi ha fatto scelte coraggiose” ha sottolineato proprio lei che a Locri ci è nata, riferendosi alle collaboratrici di giustizia come Lea Garofalo e Simona Napoli e alle “sindache” come Maria Carmela Lanzetta. “Conosco le difficoltà ad incontrate dalle amministratrici locali in Calabria – ha detto Varacalli – così come conosco l’energia e l’attivismo delle donne calabresi. So anche che la sfida maggiore è quella di garantire lo sviluppo economico della nostra regione, al quale si oppongono le forze della criminalita’ organizzata. Ma dobbiamo combatterle, ne va della nostra dignità“. “Sarà un piacere e un onore per Gerace – ha concluso Varacalli – accogliere e affiancare tutte le partecipanti a “La Calabria è delle Donne” per affermare con forza insieme a loro la necessità di riconoscere di più e meglio le loro irrinunciabili capacità e, nello stesso tempo, i loro inviolabili diritti“.
A dare manforte ad Anna Carabetta e a Giuseppe Varacalli, ci ha pensato Cristina Comencini che ha sottolineato: “Noi di Se non ora quando siamo pazze – ha detto – e pensiamo che proporre altri modelli di vivere, lavorare e studiare sia fondamentale per il cambiamento“. “Proprio in un momento di crisi come questo le donne possono essere motore di cambiamento – le ha fatto eco Francesca Izzo – ma questo processo non puo’ avvenire spontaneamente, va sostenuto“.

Per il momento arriva il sostegno del ministro della coesione territoriale, Fabrizio Barca, attraverso il capo della sua segreteria, Giovanni Vetritto: “siamo attenti alla vostra iniziativa – ha detto – che si terra’ in una delle zone che piu’ ci preoccupano, la Locride“.

La speranza, da parte nostra, è che anche attraverso questa manifestazione le donne di questa regione riescano ad essere più consapevoli e certe di quanto rappresentino veramente una componente fondamentale per la necessaria svolta che dobbiamo intraprendere in questa terra.

IL PROGRAMMA DELL’INIZIATIVA

Apertura dei lavori alle ore 17
Video della manifestazione Se Non Ora Quando del 13 febbraio 2011
Saluto del Sindaco di Gerace Giuseppe Varacalli

Interventi
Cristina Comencini (Snoq nazionale) regista e scrittrice
Anna Carabetta (Snoq nazionale) regista e attrice teatrale
Presentazione “Mostre Artigiane della Locride” della giornalista Emanuela Ientile e della imprenditrice Tina Macrì
Video “La Calabria è delle donne” di Carlotta Cerquetti (Snoq nazionale) regista

Sezione Istruzione
Intervento di Cecilia D’Elia, (Snoq nazionale) vice presidente e assessora alla Cultura della Provincia di Roma
Letture dal libro “Nina e i diritti delle donne” di Cecilia D’Elia a cura di Anna Carabetta con le allieve delle scuole secondarie di primo grado degli Istituti “Cinque Martiri” di Gerace e “Sorace-Maresca” di Locri.
Video “Un ragazzo di Calabria” dal film di Luigi Comencini
Interventi
Suor Carolina Centro Puglisi-Don Bosco di Bovalino
Saveria Marturano docente vicaria dell’Istituto “Cinque Martiri” di Gerace
Emerita Cretella Associazione “Non mimosa ma girasole
Annamaria Cardamone sindaca di Decollatura (CZ)
Filomena Fotia consigliera per le Pari Opportunità del Ministero della Pubblica Istruzione

Sezione Lavoro
“Ballata per Lea Garofalo” della cantastorie Francesca Prestìa
Interventi
Concetta Grillo Magistrata Tribunale di Reggio Calabria
Angela Napoli, parlamentare di Futuro e Libertà
Video “I sogni delle ragazze” di Eva Macali (Snoq nazionale) regista
Valeria Fedeli dirigente CGIL (Snoq nazionale)
Mara Rechichi e Maria Teresa D’Agostino (Snoq Locride) giornaliste
Maria Carmela Lanzetta sindaca di Monasterace
Anna Laura Orrico Associazione “Io resto in Calabria” imprenditrice
Raffaella Rinaldis Associazione “Eurokom”
Carolina Girasole sindaca di Capo Rizzuto (KR)
Letture dal libro “Nina e i diritti delle donne” di Cecilia D’Elia a cura di Anna Carabetta con le allieve delle scuole secondarie di primo grado degli Istituti “Cinque Martiri” di Gerace e “Sorace-Maresca” di Locri.
Ballata “Fuja” della cantastorie Francesca Prestìa

Sezione Rappresentanza
Interventi
Marinella Perroni Coordinamento Teologhe Italiane (Snoq nazionale)
Video sulla rappresentanza di Elena Rosa esperta di comunicazione (Snoq Torino)
Francesca Izzo docente Università di Napoli (Snoq nazionale)
Wanda Ferro Presidente della Provincia di Catanzaro
Stella Ciarletta Consigliera Regionale di Parità di Reggio Calabria
Doris Lo Moro parlamentare PD
Elisabetta Tripodi sindaca di Rosarno
Eva Catizone Presidente Nazionale SEL
Libera Diano Presidente PPOO Comune di Siderno
Letture dal libro “Nina e i diritti delle donne” di Cecilia D’Elia a cura di Anna Carabetta con le allieve delle scuole secondarie di primo grado degli Istituti “Cinque Martiri” di Gerace e “Sorace-Maresca” di Locri.

Chiusura
Video della manifestazione Se Non Ora Quando del 13 febbraio 2011
Musica

 

La Locandina

Lascia una Risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *