sottoscrivi: Articoli | Commenti

Il FAI giovani Calabria presenta “Intrecciare Percorsi”

0 commenti

Sabato 9 marzo, dalle ore 17, a Soveria Mannelli, nella caratteristica cornice del museo d’impresa del Lanificio Leo, vi sarà l’evento “Intrecciare Percorsi”, un’esperienza multiculturale organizzata dal FAI (Fondo Ambiente Italiano) giovani Calabria. “Intrecciare Percorsi” è parte di un progetto ambizioso rivolto a risanare e consolidare il concetto di appartenenza al nostro territorio, sottolineando l’inversione di tendenza di una società giovane che costituisce la risorsa di una nuova Calabria. Infatti, dopo l’iniziale incontro tenutosi nel mese di dicembre nel suggestivo palazzo E. Gagliardi di Vibo Valentia, denominato “Aperitivo di Natale”, gli oltre 50 ragazzi che in Calabria fanno parte della fondazione, hanno deciso di intraprendere l’organizzazione di una serie di manifestazioni ed eventi volti a sottolineare l’enorme potenziale inespresso nella nostra regione e, soprattutto, a mostrare lo spirito propositivo con cui le nuove generazioni vivono il proprio territorio….

…La location scelta per questa tappa del progetto è, come sopra anticipato, il museo d’impresa del Lanificio Leo, e ciò non solo per permettere la conoscenza del laboratorio tessile più antico della Calabria, che al suo interno offre una selezione di materiali d’archivio, fotografie, strumentazioni e parco macchine d’epoca ancora attive nel processo di produzione di fine ottocento. Infatti, la visita sarà arricchita dalla compartecipazione del curatore del museo, Emilio Salvatore Leo, con cui sarà possibile riflettere sulle possibilità di investire in cultura ri-attivando la macchina imprenditoriale e re-interpretando la tradizione tessile, grafica e la lavorazione della stampa a ruggine.

Come gli stessi giovani organizzatori sottolineano, con Intrecciare Percorsi, oltre a decifrare la memoria del Lanificio Leo, si vuole scoprire in 101 modi diversi una terra genuina, ospitale e ancora tutta da scoprire. E ciò lo si farà con l’aiuto della giovane autrice calabrese, Annalisa Marchianò, che dialogherà con tutti riguardo alle “101 cose da fare in Calabria almeno una volta nella vita” proposte nella sua omonima opera lettararia. L’incontro con la scrittrice sarà accompagnato dalla proiezione delle opere di Angelo Maggio, autore di scatti unici sul tema dell’Incompiuto calabrese. Infine, a completare l’offerta variegata e ricca di “sensi”, vi sarà un aperitivo con degustazione offerto dall’azienda viti-vinicola Le Moire. Come anticipato sopra, si tratta di un evento aperto a tutti; comunque sia, nella giornata della manifestazione si ha la possibilità di iscriversi al FAI in loco e con tariffa agevolata (€10 per gli under 25, €20 per gli under 40). Essendo i posti limitati, per avere certezza di poter partecipare a questa splendida giornata è necessario darne conferma, entro giovedì 07 marzo, inviando una mail con nominativo a faigiovani.calabria@fondoambiente.it.

scritto da: Alessandro Evoli

Lascia una Risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *